Sistemi di videosorveglianza

Nella società in cui viviamo, veloce e spesso malfrequentata, la videosorveglianza è diventata uno dei maggiori supporti alla sicurezza, sia in casa che per strada o al lavoro. Telecamere di videosorveglianza sempre più sofisticate, in grado di fornire immagini nitide anche in condizioni climatiche svantaggiose o in assenza di luce, sono un valido strumento per garantire tranquillità sociale. Gli “occhi elettronici” puntati sugli ambienti che vogliamo tenere sotto controllo, infatti, riducono drasticamente i fenomeni di microcriminalità e vandalismo, divenendo preziosi testimoni oculari in caso di furti o azioni malavitose.

Le forze di polizia, spesso, riescono a far luce sulle indagini proprio grazie alla visualizzazione dei filmati forniti dalle telecamere. I sistemi di videosorveglianza in commercio, oggigiorno, sono molto più alla portata di tutti rispetto a quelli di un tempo. Se non si hanno delle esigenze particolari, la spesa a cui si va incontro non è eccessiva, né il montaggio dell’impianto diviene impossibile a chi non è un tecnico specializzato.

L’unico vincolo nell’installazione di un sistema di videosorveglianza è la privacy, come è corretto che sia. Chiunque installi un impianto, infatti, deve comunicarlo con un cartello reso visibile da tutti, soprattutto se si tratta di un’azienda con dei lavoratori, che non devono sentirsi “spiati” dai propri titolari, piuttosto comprendere che il sistema garantisce anche la loro sicurezza.

Attraverso I sistemi di videosorveglianza di oggi, è possibile visualizzare immagini in tempo reale o rivedere in seguito le registrazioni, e monitorare a distanza le telecamere in base alle esigenze del momento. Con i sistemi automatici è possibile effettuare le riprese anche in assenza di una presenza umana, il che rende tutto più semplice soprattutto nel monitoraggio notturno di banche, centri commerciali ed enti pubblici, luoghi dotati di sistemi antifurto che, in caso di pericolo, inviano in automatico un segnale alle forze dell’ordine.

Comments

comments

Lascia un commento