Una bussola per orientarsi nella complessità

I cambiamenti tecnologici, la globalizzazione e la crescente competitività da parte dei paesi in via di sviluppo hanno generato, negli ultimi anni, una maggiore velocità di cambiamento e interdipendenza dei mercati: di conseguenza la complessità gestionale di un’azienda media è cresciuta considerevolmente. In passato si poteva fare affidamento su metodologie utilizzate in precedenza: un’azienda poteva contare sulla sua storia confidando che l’ approccio gestionale utilizzato in passato risultasse vincente anche con i cambiamenti in atto. I ritmi di cambiamento degli ultimi anni hanno reso questo approccio meno affidabile.

Da ciò deriva la necessità, per la gestione di un’azienda, d’individuare alcuni elementi che hanno un’importanza maggiore rispetto alla marea delle altre informazioni e che sono anche meno soggetti a cambiare con il tempo. In un contesto competitivo complesso e velocemente mutevole, è auspicabile possedere dei punti di riferimento sufficientemente stabili che rendano possibile un’ interpretazione della realtà atta a prendere delle decisioni, a medio e lungo termine, aventi buone possibilità di essere vincenti nel futuro: è necessaria una sintesi globale della realtà che permetta di focalizzarsi sugli aspetti decisivi senza disperdere energie nel considerare informazioni che non hanno particolare impatto per l’azienda in relazione alla sua situazione attuale ed ai suoi obiettivi futuri.

L’obiettivo del libro è di fornire alcuni elementi che permettano di fissare dei punti di riferimento atti a prendere delle decisioni strategiche a medio e lungo termine e in grado di fornire una direzione all’azienda anche in presenza di un ambiente complesso e instabile. A tal fine, il libro identifica un modello formato da sei elementi fondamentali: 1) l’identità, 2) la visione, 3) la situazione interna, 4) la situazione esterna, 5) la strategia e 6) l’implementazione. Il libro illustra i sei elementi singolarmente e il modello nel suo complesso. È proposta anche un’analogia tra i sei elementi fondamentali, precedentemente citati, e il mito greco di Io e Zeus.

Simone Valentini, sposato con due figli, è laureato in Ingegneria Elettronica presso l’Università di Padova ed ha conseguito un master in Management dell’Innovazione presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Valentini ha lavorato, negli ultimi dieci anni, in multinazionali leader del settore delle telecomunicazioni. Nel 2007 ha conseguito la certificazione di Project Management Professional.

Link: Sito web libro


Comments

comments

Lascia un commento