A Milano le imprese preferiscono stare fuori città

Il 53% delle imprese sceglie la cintura intorno a Milano, quasi 186mila imprese. Tra i primi comuni per numero di imprese attive spiccano Monza (11.622 imprese), Sesto S. Giovanni (5.452), Legnano (4.761), Cinisello Balsamo (4.757) e Seregno (3.865). I comuni che crescono di più dal quarto trimestre del 2007 allo stesso periodo del 2008 sono Baranzate (+26,5%), Noviglio (+11,2%), Besate (+9,2%), Bubbiano e Casarile (+8,9%).

Tra le aree della provincia si distingue la Brianza, con un peso del 17,5% sul totale delle imprese, seguita dalla Cintura Nord (12,2% sul totale) e dal Magentino Abbiatense (6,3%); mentre cresce soprattutto la zona Sud di Milano (+4% dal 2007 al 2008). Infine, tra i comprensori, vantano un’alta concentrazione di imprese Monza (con un peso del 5,9% sul totale delle imprese attive nella provincia di Milano), Cernusco sul Naviglio (4,2% sul totale), Desio (3,7%), Cinisello Balsamo (3,5%) e Rho (3,3%).
Emerge da un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano sui dati del registro delle imprese al quarto trimestre 2008 e 2007.
“Anche con la crisi – ha dichiarato Carlo Sangalli, presidente della Camera di Commercio di Milano – le imprese continuano a crescere. E la ricchezza di Milano è nella forza economica diffusa e radicata sul territorio, pronta a cambiare per affrontare i momenti difficili, che in questa fase chiede aiuti. Ecco perché la Camera di commercio ha attivato una serie di interventi straordinari e finanziamenti a partire dal credito”.


Comments

comments

Lascia un commento